Il book on-demand, ovvero numero di copie che si vuole e testo personalizzato


di Pino Fondati

 

In Italia, le (tante) case editrici di piccole dimensioni stampano in media 10 mila copie di ogni libro che entra a far parte del loro catalogo, ne vendono in media 5-6000, a magazzino restano giacenti 4-5000 copie. Sembra che in un anno le copie complessive dell'editoria italiana, invendute e destinate al macero siano circa 72 milioni: uno spreco impressionante di soldi e di carta.

 

Da questi dati è partita Re.Be.L per un suo progetto di book on-demand. Re.Be.L è una piccola azienda torinese attiva nei servizi di stampa digitale e logistica che in 50 metri quadrati (così amano raccontarsi…) ospita tre realtà che in pratica costituiscono la filiera completa di un prodotto editoriale. Un mestiere "antico" che si avvale della stampa digitale che notoriamente presenta il grande vantaggio della personalizzazione.

 

Per il book on-demand questo si traduce in "tutte le copie che vuoi, una o 1500, col testo personalizzato, nel momento in cui ti servono". Certo che in tempi di kindle e eBook la proposta sembra un po' retrò. Ma se consideriamo che quelli di Re.Be.L professano un amore incondizionato verso il libro di carta ("mai morirà, e poi vuoi mettere il piacere") e che ordinare libri su internet non fa risparmiare in termini di denaro e di tempo come si dice in giro, ecco bell'e pronta la proposta di book on-demand.

 

Sottesa c'è la visione di un'editoria libraria decentrata e personale, che offre agli editori la possibilità di scegliere i libri da pubblicare senza essere condizionati dal mercato, di stampare il libro solo se richiesto (pur avendo una visibilità globale attraverso la rete), eliminare i costi gravosi del magazzino e della distribuzione. A proposito, le copie, che costano meno di un libro stampato con metodi tradizionali, partono verso il cliente entro cinque ore dalla stampa, come dire "tempi da internet", la copertura attuale è di 150 località del centro-nord.

 

Il servizio dell'azienda torinese si avvale della tecnologia di stampa di Infoprint, in particolare la stampante InfoPrint 5000 GP (General Production), soluzione di stampa a colori, che garantisce libertà di configurazione grazie ad un design modulare, automatizza il flusso di lavoro, favorisce l'integrazione dei dati, e offre funzionalità avanzate per il risparmio energetico.

 

[Fonte: Il Sole 24 ORE]