Ue: no a corsie preferenziali per contenuti Web


La commissaria Neelie Kroes si schiera a favore della Neutralità della Rete

Non è giusto che vi siano corsie preferenziali sul web, che consentano ad alcuni servizi e contenuti di funzionare meglio, serve invece potenziare la rete per fornire ai cittadini un servizio sempre migliore: lo ha detto oggi il commissario all’agenda digitale, Neelie Kroes, affrontando la controversa questione della "neutralità della rete".

Si tratta di un dibattito acceso soprattutto in Usa, ma che si sta estendendo anche all’Europa, che vede gli operatori di Telecom contro i fornitori di contenuti: i primi vorrebbero far pagare ai secondi una sorta di "corsie preferenziali" per diffondere i propri contenuti in maniera più rapida ed efficace rispetto al resto del traffico online.

Ma per molti, mettere dei semafori ad Internet, rallentando una parte dei contenuti, si scontra con il principio della ’neutralità della retè su cui è nato il web. E la Kroes, chiamata a decidere sul futuro della rete, sembra voler tenere presente questo principio.

«Ci sono molti modi per gestire il traffico, migliorando le infrastrutture, creando nuovi collegamenti per evitare le congestioni: creare nuove regole o aggiungere segnaletica e semafori non necessariamente aiuta», ha detto oggi, annunciando che prima dell’estate lancerà un dibattito pubblico proprio sulla questione della neutralità del web.

 

[Fonte: LASTAMPA.it]