Archivio: E-government

E-GOVERNMENT: CNIPA, NEL LAZIO ALLEANZA TRA COMUNI PER SERVIZI ONLINE

egov.thumbnail.jpgNel Lazio i piccoli Comuni hanno una propensione all'alleanza digitale in misura maggiore che nel resto d'Italia per offrire servizi tecnologicamente avanzati ai propri cittadini e imprese. Il bando lanciato dal CNIPA-Centro Nazionale per l'Informatica nella Pubblica Amministrazione (opera presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri) per la creazione di Centri di Servizio Territoriale, in grado di portare l'e-Government anche nei piccoli Comuni, ha fatto registrare una presenza notevole delle amministrazioni pubbliche del Lazio. All'iniziativa hanno aderito due terzi (66%) circa dei Comuni con meno di 5 mila abitanti, contro una media nazionale del 60%. Se si considerano tutti i Comuni che partecipano, la percentuale del Lazio (50,0) e' decisamente superiore alla media (36,6%). La popolazione complessivamente coinvolta e' di ben 1 milione e 108 mila abitanti. La soluzione dei Centri di Servizio Territoriale, nel Lazio, puo' rivelarsi la carta vincente per contenere la spesa in ambiti economicamente rilevanti, migliorando persino la qualita' dei servizi offerti a cittadini e imprese. In questa regione, ad esempio, la spesa pro capite per la telefonia da parte dei Comuni e' una delle piu' alte d'Italia, e lo stesso avviene per la connettivita' Internet, a causa del ricorso prevalente (83,5%) alla contrattazione diretta coi fornitori, da parte di ogni singolo Comune, anziche' tramite contratti quadro gestiti a livello regionale, provinciale, di Comunita' montana o Unione di Comuni. I dati del CNIPA pongono in evidenza anche come i Comuni del Lazio, e quindi i cittadini e le aziende della regione, traggano notevoli benefici dalla gestione associata dei servizi tecnologicamente avanzati, ma ancora in misura insufficiente.

Continua a leggere »

eGovernment: due giorni a Roma per discutere di strategie e politiche. Convegno Anuit, 8-9 aprile

00005344.jpg“Verso il 2010…Nuovi modelli e nuove tecnologie per l’e-government, è il titolo del convegno che ANUIT (Associazione Nazionale Utenti Italiani di Telecomunicazioni) ha organizzato a Roma per l’8 e il 9 aprile (Poste Italiane, Sala Asia - viale Europa, 175). La diffusione delle nuove tecnologie informatiche ha determinato, negli ultimi anni, l'emergere di nuove modalità di accesso e di fruizione dei servizi. A volte, però, dicono gli organizzatori, le difficoltà di utilizzo dei nuovi strumenti hanno limitato la diffusione delle applicazioni, non consentendo di cogliere tutti quei benefici, di maggiore efficienza e produttività, legati in generale all’integrazione tra processi produttivi e tecnologie ICT. Allo stato attuale, lo sviluppo dei servizi di e-government in Italia è caratterizzato da una crescita sostenuta per i servizi on-line alla quale, tuttavia, si accompagna una scarsa utilizzazione e un livello di interattività ancora troppo limitato. Inoltre il divario digitale, inteso come disuguaglianza nella disponibilità e nell'accesso dei cittadini alle tecnologie, è un ulteriore ostacolo alla distribuzione capillare dei servizi di e-government.

Continua a leggere »

Rapporto Capgemini: cresce nella Ue la disponibilità di servizi nella PA

benchmarking_the_supply_of_online_public_services.jpgL’edizione 2007 del Rapporto Annuale sull’eGovernment, realizzato per la Commissione Europea da Capgemini, è stata presentata ieri a Roma presso la Camera dei Deputati in collaborazione con la Fondazione Italianieuropei , nata nel 1998 e presieduta da Massimo D’Alema e Giuliano Amato. Lo studio mostra un significativo passo avanti nel raggiungimento degli obiettivi previsti dall’eGov “i2010, il programma nato per migliorare la disponibilità dei servizi online delle amministrazioni pubbliche. Si registra infatti un forte aumento della disponibilità di servizi pubblici completamente online (fully available online), passati dal 50% del 2006 al 58% nel 2007, ma soprattutto della qualità dei servizi messi a disposizione dei cittadini. Il Rapporto rappresenta per la Commissione europea lo strumento di monitoraggio sull’attuazione del programma “i2010: una società europea dell’informazione per la crescita e l’occupazione, lanciato il 1° giugno 2005 per affrontare le principali sfide e cambiamenti nella società dell’informazione e dei media entro il 2010.

Continua a leggere »

eGov: dalla dematerializzazione dei documenti un risparmio di almeno 2 miliardi di euro

testata_villa_niani_2007.jpgDalla dematerializzazione dei documenti un risparmio di almeno 2 miliardi di euro. E' questa la stima emersa dal convegno ‘e-Government, e-Democracy’, che ha riunito a Roma istituzioni e aziende per fare il punto della situazione sulla digitalizzazione nella PA. I dati sullo spreco di carta sono impressionanti. Cento miliardi le pagine stampate ogni anno negli uffici. Di queste, 50 miliardi sono cestinate entro mezz'ora. E' quanto affermato da Pierluigi Ridolfi, presidente della Commissione interministeriale sulla dematerializzazione, nell'incontro che si è tenuto il 12 ottobre a Roma sul tema "e-Government, e-Democracy" organizzato da Siav, con la collaborazione di Poste Italiane e Forum P.A. e moderato dal direttore generale di Forum PA Carlo Mochi Sismondi.

Continua a leggere »

Pagina precedente

Pagina successiva