Archivio: On demand

Google: lancia servizio a pagamento online

Google ha lanciato un servizio a pagamento che consentira’ agli utenti della rete di accedere a contenuti disponibili su una vasta serie di dispositivi dando contemporaneamente la possibilita’ ai magazine e agli editori di elaborare una banca dati sulle abitudini dei consumatori.


Per visionare i contenuti messi a disposizione dal nuovo servizio, chiamato Google One Pass, gli abbonati dovranno introdurre un nome utente e una password. L’utente potra’ decidere se visionare un singolo articolo pagando una determinata somma o sottoscrivere un abbonamento completo e avere accesso a tutti i contenuti.

 

Continua a leggere »

Telecom/ Lancia Cubomusica, la piattaforma per musica digitale

Grazie ad accordi con etichette ‘major’ e indipendenti

 

Dopo Cubovision, Telecom Italia lancia ‘Cubomusica’, la nuova piattaforma per la musica digitale dedicata a tutti i clienti ‘broadband’ del gruppo che propone un’offerta “legale e concorrenziale di contenuti digitali”.
L’offerta, presentata oggi, consente di disporre di una ricca library di titoli musicali (circa 4 milioni) disponibili da domani in streaming on demand e da giugno anche in download per i clienti a banda larga di Telecom Italia.

 

L’iniziativa è stata possibile grazie ad accordi con un gruppo di etichette ‘major’ e indipendenti: Sony Music Enterteinment Italy, Universal Music Italia, Emi Music Italia, Warner Music Italia, Sugar Music, Carosello Records, Pmi, Kiver e Made in etaly.


“Abbiamo definito un modello di fruizione fortemente innovativo, per godere della musica digitale in modo totalmente legale. Ci aspettiamo molto da questa iniziativa, crediamo che avrà un grande successo”, ha dichiarato l’amministratore delegato di Telecom Italia, Franco Bernabè.

 

Continua a leggere »

Ernst&Young, in Italia 40% paga per contenuti digitali

Secondo le ultime rilevazioni, in Italia il 40% della popolazione di eta’ superiore ai 14 anni si dichiara disponibile a pagare per accedere a contenuti di qualita’

 

”Per quanto riguarda l’Italia, l’analisi dei piu’ recenti dati Nielsen indica una propensione mediamente elevata all’acquisto dei contenuti digitali, afferma Jean-Pierre Fabre Bruot, executive director Ernst & Young in Italia. Secondo le ultime rilevazioni, in Italia il 40% della popolazione di eta’ superiore ai 14 anni si dichiara disponibile a pagare per accedere a contenuti di qualita’, percentuale che sale ad oltre il 50% nella fascia d’eta’ compresa tra i 14 ed i 44 anni. Si tratta di circa 11,5 mln di individui, interessati prevalentemente a film e musica e, in misura minore, a quotidiani, corsi on line e contenuti televisivi”.

 

E’ quanto emerge dai risultati dello studio Monetizing digital media: creating value consumers will buy, presentato da Ernst&Young, che evidenzia come le aziende piu’ innovative del settore media & entertainment (M&E) stiano riuscendo a monetizzare i propri contenuti, creando pacchetti premium di prodotti e servizi personalizzati e costruiti per migliorare l’esperienza vissuta dai clienti e quindi la loro soddisfazione.

Continua a leggere »

Pop e rock , gli spartiti vanno in digitale

Pochi euro per il download legale. 200 testi per 12 mila pagine. È nato il sito per licei musicali e conservatori

 

MILANO – Fare un download online costa meno che fotocopiare i costosi manuali per studiare solfeggio, teoria, o pratica di uno strumento musicale. Dai 3 ai 7 euro circa per spartito, o metodo o repertorio musicale, e un testo finora introvabile online ora si può scaricare direttamente sul Pc di casa. È l’idea alla base della digitalizzazione musicale dei testi dell’editore Carisch Gruppo Monzino 1750, i cui manuali sono ora disponibili sul portale Note Digitali. E presto, oltre a tutti i libri di testo per chi studia in un liceo musicale, arriverà tutta la musica contemporanea a portata di click: gli spartiti per gli amatori di uno strumento, la musica pop italiana, tutti i grandi gruppi rock internazionali e molto altro ancora, se si conta che Carisch vende nelle librerie e nei negozi di musica un catalogo infinito di testi musicali.

NOTE DIGITALI – In tutto al momento su Note Digitali i testi disponibili sono 200, per 12mila pagine di didattica i cui titoli sono stati studiati in collaborazione con i professori dei conservatori musicali: dai corsi di solfeggio, ai repertori e metodi per tutti gli strumenti (a corda, a fiato, a percussione), ai testi di storia della musica oggetto di studio al conservatorio da circa 45mila studenti in quasi 60 istituti in tutta Italia. Ed è proprio dalle scuole di specializzazione che parte il progetto, che dal 2011 verrà esteso anche a tutti i licei musicali italiani e ai loro testi didattici di base (circa 100mila studenti iscritti nel nostro Paese), assecondando le direttive del ministero dell’Istruzione italiano che ha previsto, a partire dal prossimo anno, l’obbligo di digitalizzazione per tutti i testi musicali adottati dalla scuola italiana.

 

Continua a leggere »

Pagina precedente

Pagina successiva